Brevetto: che cos’è e come tutelarlo al meglio in ambito aziendale

In ambito professionale e aziendale è importantissimo sapere con precisione che cos’è il brevetto e come fare a tutelarlo al meglio, prevenendo problematiche varie. Questo brevissimo approfondimento sul tempa aiuta chiunque voglia saperne di più per no farsi trovare impreparato su un tema così importante.

Che cos’è il brevetto

Si parla di brevetto per indicare la proprietà intellettuale. Si tratta di un riconoscimento di paternità di un’idea, che può riguarda un prodotto o un processo produttivo. Solo chi detiene il brevetto può sviluppare la sua idea a fini commerciali e mettere sul mercato il prodotto innovativo e realizzato con il processo industriale inventato.

Si crea una situazione di monopolio di mercato, detto legale perché è la legge sulla proprietà intellettuale e crea questa situazione a cui molte azienda ambiscono.

Come proteggere la proprietà intellettuale

Il brevetto lo ottiene la prima persona che va a registrarlo all’apposito ufficio. È davvero difficile provare che qualcuno ha rubato un brevetto anche se si hanno delle prove molto solide. L’unica cosa che conta è chi arriva per primo all’ufficio brevetti.

Per questa ragione, è fondamentale difendere le proprie idee in corso d’opera, evitando comportamenti sleali che hanno lo scopo di appropriarsi delle proprietà intellettuale e farla riconoscere come propria. Ci sono diverse aziende rivali che rubano segreti e informazioni proprio con lo scopo di farsi rilasciare prima il brevetto. Se l’azienda che ha rubato informazioni ottiene il brevetto, c’è poca da fare: tanta inventiva e lavoro per nulla, buttati dalla finestra.

È quindi consigliabile proteggersi con azioni preventive dato che quelle postume sono difficili da attuare; serve un buon sistema informatico ma anche circondarsi di personale fidato. In entrambi i casi, può esser di grandissimo aiuto sentire un valido investigatore privato a Roma che fornisce servizi come il controllo dei dipendenti, prima e dopo l’assunzione, per individuare eventuali spie.

Il controllo del tipo bonifica ambientale serve per trovare ed eliminare eventuali microfoni spai, videocamere e simili, dette anche cimici, usati dalla concorrenza per ascoltare conversazioni e telefonate importanti.

SHARE